Silvia Dainese

Il 4 giugno 2012 è uscito l’EP di Silvia Dainese intitolato “11″ Ascolta e acquista l’anteprima su iTunes (clicca sulla foto)

 1. Pacman (Siamo Soli)

2. Sono Una Sognatrice

3. Sapore Di Zenzero

4. Baciami E Odiami (Les Forche Chin Mbira)

5. Non Diciamolo A Nessuno (Feat Luca Urbani-Soerba)

6. Pelle Come Limone

7. O La Luna In Gola (brano incluso nella compilation “MEId in Italy – Volume Due – artisti indipendenti ed emergenti del momento”. Tra gli ospiti Roy Paci, Garbo, Ridillo e Marina Rei con Pierpaolo Capovilla)

Silvia Dainese è nata a Genova, tra Sestri Ponente e Cornigliano. Trasferitasi a Milano per frequentare l’Accademia di Belle Arti comincia a distribuire delle demo, una delle quali finisce nelle mani di Gianluca Potassio Martin, collaboratore di Red Ronnie, grazie al quale partecipa ad “Help”, dove presenta – chitarra e voce – la sua “Mercurio tra le dita” e condivide il palco con i Sigue Sigue Sputnik. Sempre nello stesso anno partecipa al Premio città di Recanati e grazie a Fernanda Pivano, Vasco Rossi, Daniele Silvestri e Carmen Consoli che scelgono la sua “Cartone Animato”, si classifica tra i 12 finalisti. L’anno successivo rivisita il brano e lo re-incide con il titolo “Parto per la Luna” (contenuto nell’ EP autoprodotto e in “Soggiorno a Sant’Ilario”, qui ancora in un versione diversa). Gli incontri più che interessanti si moltiplicano; con lo scrittore Davide Sapienza e – determinante – con Chicco Santulli (già Gruppo Italiano), musicista e produttore, che la instrada in un percorso di studio e perfezionamento sia musicale che canoro; sarà un caso, ma l’impegno viene presto premiato e nel 2002 apre i concerti italiani di Ani Di Franco; a seguire quelli di Carmen Consoli, Cristina Donà, Paolo Benvegnù, Mariposa e molti altri. Due anni dopo, grazie a Totò Miggiano, noto promoter ligure, suona al concerto del 1° Maggio a Genova insieme a Max Gazzè, Roy Paci & Aretruska, Vinicio Capossela, Elio, Daniele Silvestri e Matteo Salvatore che in parte ritrova l’anno successivo al Goa Boa Festival con Anthony and the Johnsons e Sikitikis. Nello stesso periodo firma un contratto con Sony Music, registra un disco, che la major non pubblicherà mai; è “Soggiorno a Sant’Ilario”, prodotto artisticamente da Lorenzo Corti (Musical Buzzino). Tra la fine del 2009 e l’inizio del 2010 decide inoltre che è arrivato il momento per dare vita a nuove canzoni chiedendo aiuto ai musicisti e collaboratori di sempre, Rossano Villa (Hilary Studio) e Federico Foglia (Fenixlab Multimedia Factory); i nuovi brani – durante la loro stesura – partono da Genova, arrivano in Messico per poi tornare a Genova. Un’importante collaborazione in questi anni è quella con Garbo che Silvia ha il piacere di conoscere per la prima volta nel 2002 a Milano quando l’artista registrò l’album “Blu”; a seguire l’incontro con Alberto Styloo e Luca Urbani, soci con Garbo dell’etichetta Discipline che l’11/11/11 pubblicherà il singolo di Silvia “Pacman”. Nel 2011 inizia la collaborazione con Momo Riva. Nuove sperimentazioni sonore con synth e tastiere presenti nell’EP “11″ (TdEproductionZ) con la partecipazione di Luca Urbani nel brano “Non diciamolo a Nessuno”.

Lascia un commento